Climatizzatori per riscaldare casa, pro e contro

" Stai pensando di utilizzare i climatizzatori per riscaldare casa rinunciando ai termosifoni? Prima di scegliere, leggi cosa consigliano i nostri esperti! "

Data: 28/2/18 | Vista: 419

Climatizzatori per riscaldare casa, pro e contro

Climatizzatori per riscaldare casa, sono migliori dei termosifoni?

Quando si devono rinnovare i propri impianti, è importante definire talune cose. Ad esempio, sono in molti coloro che si chiedono se i climatizzatori per riscaldare casa rappresentano una buona scelta e se sono migliori dei termosifoni. La risposta è: dipende. E a breve vedremo perché.

Prima di addentrarci nel dettaglio, se vuoi parlare subito con un tecnico specializzato ed avere una consulenza, contattaci per un appuntamento: la nostra esperienza è sempre al tuo servizio! 

Climatizzatori con tecnologia inverter, perfetti (anche) per il freddo

I climatizzatori a pompa di calore non consumano pochissimo, lo sappiamo bene, specie se il modello che si ha in casa ha già qualche anno e, soprattutto, non è dotato di tecnologia inverter. 

Tale sistema consente di ridurre notevolmente i consumi, poiché evita lo start and stop continuo del compressore, che non solo influisce sulla bolletta dell'elettricità, ma anche sulla vita della macchina. Grazie alla tecnologia inverter, invece, il climatizzatore riesce a modulare il lavoro del compressore, evitando di fatto questi bruschi meccanismi. 
 

Quando scegliere i climatizzatori per riscaldare casa

Al di là della tecnologia inverter, è bene considerare anche altre variabili prima di scegliere i climatizzatori per riscaldare casa. Infatti, le condizioni climatiche sono un elemento da non sottovalutare, così come la metratura della casa. Ma andiamo con ordine. 

Gli inverni troppo rigidi, contraddistinti da neve e ghiaccio, così come accade nel Nord Italia o nelle zone più interne della penisola, non consentono ai climatizzatori di funzionare al meglio: trattandosi di un motore esterno esposto alle intemperie, la macchina consumerà molta della sua energia per sbrinarsi, con conseguente blocco periodico del climatizzatore e un gran consumo di energia elettrica. Lì, invece, dove gli inverni sono più miti, i climatizzatori per scaldare casa sono un'ottima alternativa ai radiatori a gas, a patto che la temperatura non vada al di sotto dei 5/7 gradi. Per quanto concerne le mezze stagioni, i climatizzatori per riscaldare casa sono indicati ovunque. 

Altra variabile di cui tener conto è la metratura della casa. Le utenze domestiche hanno un limite di watt di cui poter usufruire contemporaneamente e due climatizzatori accesi consumano quasi tutta la disponibilità: dunque, se avete una casa molto grande, non potrete riscaldare tutte le stanze al medesimo momento. Se, invece, la casa ha una metratura contenuta entro i 50/60 metri quadri, allora il discorso cambia e anche con solo due macchine accese si può ottenere una casa calda. 

Come fare la scelta migliore per riscaldare casa? 

La scelta migliore per decidere il tipo di riscaldamento maggiormente adeguato per la propria abitazione è da fare assieme a personale qualificato, che valuterà ogni caratteristica della tua casa nonché le esigenze specifiche della famiglia. Affidati a noi di Idrofast, contattaci per prendere un appuntamento: assieme progetteremo il tuo nuovo sistema di impianto di riscaldamento. 

Richiedi Informazioni

"Climatizzatori per riscaldare casa, pro e contro "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Hai bisogno di aiuto?