Controllo fumi caldaia, quando va fatto?

" Il controllo dei fumi della caldaia è un'operazione obbligatoria per legge, ma che ha precisa cadenza in base al modello di macchina installata. Leggi il nostro approfondimento per saperne di più! "

Data: 7/9/18 | Vista: 250

Controllo fumi caldaia, quando va fatto?

Controllo fumi caldaia, obbligatorio per legge

Il controllo dei fumi della caldaia va a verificare l'efficienza energetica, il rendimento della combustione, l'indice di fumosità e la concentrazione di ossido di carbonio della tua caldaia. Tale verifica è obbligatoria per legge a seguito dell'emanazione del D.P.R. 74/2013 allegato A. C'è da dire, però, che la cadenza del controllo dei fumi della caldaia non è univoco, ma dipende da talune precise variabili che vedremo a breve. 

Se cerchi assistenza per la tua caldaia o per il tuo scaldabagno e vuoi parlare subito con un tecnico specializzato, contattaci: la nostra esperienza è al tuo servizio! 

Quando fare il controllo fumi della caldaia

Entriamo più nello specifico e vediamo quando fare il controllo dei fumi della caldaia per essere in regola con la normativa. In linea generale, occorre dire che la cadenza obbligatoria varia a seconda della potenza della caldaia e del tipo di alimentazione: sono queste, infatti, le due variabili che indicano quando è il tempo di chiamare il proprio tecnico di fiducia e far eseguire questo tipo di manutenzione. 

Nello specifico, invece, occorrerà verificare i fumi della caldaia:

  • ogni anno per gli impianti alimentati a combustibile liquido o solido, ma con potenza superiore ai 100 kw
  • ogni 2 anni per gli impianti alimentati a combustibile solido o liquido ma con potenza uguale o inferiore a 100 kw
  • ogni 2 anni anche per gli impianti alimentati a gas metano e GPL, che abbiano potenza superiore a 100 kw
  • ogni 4 anni per impianti alimentati con gas metano o GPL, ma con potenza uguale o inferiore a 100 kw

Perché è importante il controllo fumi della caldaia

Molto spesso si tende a trascurare la manutenzione della caldaia, agendo solo quando si presenta un problema come quello della caldaia che non scalda l'acqua o cose del genere. Tale atteggiamento non solo va ad accorciare la vita della propria macchina, ma può rivelarsi anche molto pericoloso! Infatti, una caldaia sulla quale non vengono eseguiti controlli periodici può andare in corto circuito, così come rilasciare perdite di gas, ecc.: insomma, problemi da non sottovalutare! Inoltre, lo precisiamo, la manutenzione e il rinnovo del bollino blu sono certificazioni obbligatorie da avere, stabilite per legge europea ed avallata da quella nazionale.

Per questo è importante mettere in calendario tutti i vari appuntamenti di manutenzione della propria caldaia, così da essere sicuri di avere una macchina al massimo dell'efficienza e che sia anche sicura. Insomma, essere precisi conviene! Se non sai a chi affidare il controllo dei fumi della tua caldaia, contattaci: ti risponderemo in pochissimo tempo! 


Richiedi Informazioni

"Controllo fumi caldaia, quando va fatto? "

Voto: 5 su 5
di 2 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Hai bisogno di aiuto?