I climatizzatori sono detraibili?

" Sì, i climatizzatori sono detraibili! Scopri tutti i dettagli sulle detrazioni per i climatizzatori leggendo il nostro approfondimento! "

Data: 22/1/18 | Vista: 1443

I climatizzatori sono detraibili?

I climatizzatori sono detraibili: informazioni utili sulle detrazioni previste

Sai che i climatizzatori sono detraibili? Se sei in possesso dei requisiti previsti per l’ottenimento delle detrazioni fiscali, acquistando un nuovo climatizzatore inverter dotato di pompa di calore puoi fare richiesta per l’ottenimento delle detrazioni fiscali previste dallo Stato.

Continua a leggere per scoprire i dettagli e se hai bisogno di maggiori informazioni, contattaci subito: ti risponderemo in pochissimo tempo!

Le detrazioni per climatizzatori del 65%

Rientrano in questa detrazione fiscale i climatizzatori idonei sia al raffrescamento estivo, sia al riscaldamento invernale che rientrano nella categoria dei climatizzatori ad alta efficienza. Questi per essere detraibili devono essere installati in sostituzione dell’impianto di riscaldamento invernale esistente.

Il limite di spesa detraibile in questo caso è un massimo di 30.000 € le quali verranno restituite al contribuente in 10 anni tramite detrazione Irpef o Ires. La detrazione può essere richiesta per tutti i climatizzatori dotati delle caratteristiche idonee e acquistati fino al 31 dicembre 2017 e fino al 31 dicembre 2021 se si tratta di interventi che interessino interi condomini o le loro parti comuni.

La detrazione fiscale del 50% sui climatizzatori

Oltre alla precedente detrazione fiscale i nuovi climatizzatori possono rientrare anche nella detrazione del 50% prevista per le ristrutturazioni edilizie. In questo caso non è importante che i climatizzatori siano ad alta efficienza a patto che siano idonei sia al raffrescamento estivo, sia al riscaldamento invernale. La maggior parte dei climatizzatori disponibili oggi in commercio lo è.

Uno dei requisiti più importanti in questo caso è che il climatizzatore debba essere acquistato per integrare o sostituire l’impianto di riscaldamento esistente. Il tetto di spesa massima in questo caso è 96.000 € per edificio: l’importo detraibile viene restituito al contribuente in 10 anni sotto forma di detrazione Irpef. È possibile accedere a questa detrazione fiscale fino al prossimo 31 dicembre 2018, salvo future proroghe.

È importante ricordare, inoltre, che le detrazioni non sono cumulabili l’un l’altra e che possono richiedere la detrazione del 65% sia le persone fisiche, sia le aziende mentre la detrazione del 50% è rivolta soltanto alle persone fisiche.

L’Iva agevolata per i climatizzatori

Oltre alle precedenti detrazioni fiscali l’acquisto dei climatizzatori rientra negli interventi per i quali è prevista l’Iva agevolata al 10%. Questa, però, come indicato nel nostro approfondimento, viene applicata solo sulla differenza tra il valore complessivo della prestazione e quello del bene acquistato.

Hai bisogno di ulteriori informazioni? Contattaci subito: ti risponderemo in pochissimo tempo!

Richiedi Informazioni

"I climatizzatori sono detraibili? "

Voto: 5 su 5
di 1 votanti.

Voti Articolo


Torna Su
Aiuto
Hai bisogno di aiuto?